Organizzazione e attività didattiche 2020-2021
Sei in: Home » Eventi » 150° anniversario della Breccia di Porta Pia

150° anniversario della Breccia di Porta Pia

Giovedì 1° ottobre 2020
Ore 9.00
Università LUMSA – Aula Magna
Borgo Sant’Angelo 13, Roma

Venerdì 2 ottobre 2020
Ore 9.00
Sala Capitolare (Senato della Repubblica)
Piazza della Minerva 38 - Roma

SME – Ufficio Storico dell’Esercito Italiano, Pontificio Comitato di Scienze Storiche, in collaborazione con l’Istituto di Studi Politici San Pio V, Università LUMSA, Commissione per la Biblioteca e per l’Archivio Storico del Senato della Repubblica, presentano La Breccia di Porta Pia – Convegno Internazionale di studi nel 150° anniversario (1870-2020). L’incontro scientifico fruisce del patrocinio del Senato della Repubblica.

L’evento sarà trasmesso in diretta streaming. Coloro che vogliono partecipare come pubblico devono effettuare prenotazione obbligatoria entro il 25 settembre 2020 con una mail a segreteria.ricerca@istitutospiov.it. I posti disponibili saranno limitati e distanziati, in osservanza dei protocolli per la prevenzione della pandemia da Covid-19.

A centocinquanta anni dai fatti di Roma, il convegno indaga in due giornate e quattro sessioni, la complessa situazione politica, militare e diplomatica legata alla fine del potere temporale della Chiesa. Con l’apporto di 15 accademici italiani e stranieri, 4 alti ufficiali dell’Esercito Italiano, 8 storici, verranno ripercorsi e approfonditi alcuni temi connessi al periodo.

Le due giornate sono in programma il 1° ottobre dalle ore 9.00 presso l’Università LUMSA, Aula Magna della sede di Borgo Sant’Angelo 13, Roma. Dopo i saluti iniziali, tra i quali quelli del rettore dell’Università LUMSA prof. Francesco Bonini, i lavori entreranno nel vivo con le due sessioni L’Italia arriva a Roma, presieduta dal generale di brigata Fulvio Poli, Capo Ufficio Generale Promozione, Pubblicistica e Storia dello Stato Maggiore dell’Esercito Italiano e Le reazioni internazionali, presieduta da Francesco Anghelone, Coordinatore Settore Studi Storico-Politici - Istituto di Studi Politici “San Pio V”.

La seconda giornata, il 2 ottobre con inizio dalle ore 9.00 si tiene invece nella Sala Capitolare presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva presso il Senato della Repubblica, in piazza della Minerva 38, Roma e presenta le due sessioni finali. La Chiesa e la fine del potere temporale del Papa, sarà presieduta da Bernard Ardura, Presidente del Pontificio Comitato di Scienze Storiche, con la prolusione II 20 settembre nella memoria della Santa Sede, affidata al card. Pietro Parolin, segretario di Stato di Sua Santità. La quarta sessione Roma una città che cambia sarà presieduta dal card. Giovanni Battista Re, decano del Collegio cardinalizio.


Gli eventi che nel 1870 portarono alla sistemazione della “questione romana” culminarono con l’entrata in Roma dell’esercito del Regno d’Italia e la fine dello Stato Pontificio. Dopo 9 anni dalla proclamazione del Regno, Roma ne diveniva la capitale dopo numerosi tentativi diplomatici e militari andati a vuoto. Il fatto che sbloccò la situazione fu la sconfitta – il 1° settembre 1870 – dell’Imperatore dei francesi Napoleone III a Sedan, ad opera dei prussiani. Rimasto senza il suo più tenace difensore, lo Stato Pontificio rimase inerte ad attendere gli eventi.

L’esercito italiano, forte di 50.000 uomini, avanzò nei territori papali alla guida del generale Raffaele Cadorna e si presentò, dopo aver avuto ragione di una debole resistenza, sotto le porte di Roma. Iniziò un intenso cannoneggiamento. Su un tratto di mura al fianco di Porta Pia venne aperta una breccia utile a consentire il passaggio delle truppe italiane. Era il 20 settembre 1870 e Roma diventava la capitale del Regno d’Italia mettendo fine al potere temporale della Chiesa.

La locandina
Il programma

Pubblicato il 16/09/20 in : IN EVIDENZA

Master II livello

Master II Livello

Altri Corsi di formazione

Altri Corsi di formazione

Corsi di Laurea Master e Post Laurea

Ateneo partner o membro di