Organizzazione e attività didattiche 2021-2022

Profili professionali

Corso di Laurea magistrale – LM91

Per aiutarvi a capire cosa fanno le figure professionali formate dal corso in Comunicazione, Innovazione ed Experience design abbiamo preparato alcuni “profili finzionali”, ispirati al metodo di ricerca delle personas. Si tratta di profili che non corrispondono a persone reali, ma sintetizzano in forma narrativa le caratteristiche che emergono da studi di settore, interviste, banche dati. Si tratta quindi di testi puramente orientativi, ma che crediamo possano essere utili a comprendere meglio gli sbocchi del corso di laurea.

 

Fabio, 27 anni, UX designer
Ho sempre avuto la passione per il design, per le cose belle e funzionali; inoltre, sono sempre stato un grande utilizzatore di Internet. All'università ho studiato comunicazione e nel frattempo ho imparato i concetti fondamentali dell'informatica e - fra una lezione di Web design e una chiacchierata fra amici - i rudimenti del coding. Ora lavoro per un'agenzia che si occupa di UX e realizzazione di siti e prodotti digitali. Sono un project manager: il mio compito è tradurre le esigenze dei clienti in un progetto, spiegare a sviluppatori, grafici ed esperti di contenuti cosa bisogna fare, creare prototipi e verificare che tutto funzioni. In questo momento stiamo lavorando alla realizzazione di una app di e-commerce; le sfide più importanti sono state l'organizzazione in categorie dei prodotti (una parte di quella che si chiama "architettura dell'informazione") e la realizzazione di un sistema grafico coerente con l'identità visiva del cliente.
Profilo finzionale

 

 

Giulia, 32 anni, Service designer
Mi chiamo Giulia e sono una service designer. Ho studiato architettura e poi ho fatto un master in ricerca sociale all’estero. All'università, infatti, mi avevano insegnato che una grande pianificazione urbana non è un'idea che uno studio di architettura o un'amministrazione locale calano dall'alto, ma un progetto che parte dalla conoscenza degli abitanti del luogo, delle loro abitudini ed esigenze, dei servizi che usano o vorrebbero usare. Oggi lavoro in una grande società internazionale e coordino un team di professionisti; per i nostri clienti progettiamo servizi complessi, che devono tenere conto di molte variabili e dell'interazione di persone, luoghi, infrastrutture, dispositivi digitali, ecc.
Profilo finzionale

 

 

 

Daniele, 30 anni, Experience manager
All’università ho studiato comunicazione d’impresa e poi mi sono specializzato in marketing. Ho iniziato a lavorare in un’agenzia di marketing, dove mi occupavo di analisi di mercato. Grazie ad alcuni seminari che avevo frequentato, ho iniziato a interessarmi ai metodi di ricerca qualitativi e che si avvicinano di più ai consumatori. Una volta presa dimestichezza con questi strumenti mi sono dedicato interamente al marketing esperienziale. Oggi curo questi aspetti per diversi marchi di un’azienda multinazionale. Interviste approfondite, focus group, journey maps sono il pane quotidiano per me e i miei collaboratori. È un approccio che amo molto: mi tiene in contatto con le persone a cui ci rivolgiamo (i consumatori) e con la loro esperienza di acquisto e consumo e mi porta a confrontarmi continuamente con ciò che accade sul mercato, in modo da assicurare una costante innovazione di prodotti e servizi.
Profilo finzionale

 

 

Nadia, 35 anni, Esperta di innovazione
Sono una professionista free lance e sono un’esperta di innovazione. Ho deciso di lavorare come professionista autonoma dopo alcuni anni in una società di consulenza, in cui mi occupavo di project management; prima ancora avevo studiato Scienze politiche. Il mio ruolo è quello di aiutare le organizzazioni (aziende, istituzioni, ong…) a introdurre al loro interno innovazioni tecnologiche, di prodotto, di processo oppure organizzative. Quando si parla di innovazione, infatti, si pensa sempre solo all’aspetto tecnologico, che è certamente importante, ma non è l’unico. Un’innovazione, anche perfetta dal punto di vista tecnico, può incontrare difficoltà a diffondersi, per incomprensioni, resistenze, incompatibilità con le realtà preesistenti. Il mio compito è quello di risolvere queste difficoltà. Per farlo, suggerisco al mio cliente come preparare la sua organizzazione ad accogliere l’innovazione e come spiegarla. Si tratta quindi di un lavoro che riguarda sia aspetti organizzativi che comunicativi. Spesso, poi, mi viene chiesto di guidare direttamente il processo, coordinando le risorse coinvolte e verificando che i tempi vengano rispettati e gli obiettivi raggiunti.
Profilo finzionale

 

 

Vai alla home page del corso

 


lumsa.it
lumsa.it
Master I Livello

Master I Livello

Master II livello

Master II Livello

Altri Corsi di formazione

Altri Corsi di formazione

lumsa.it Corsi di Laurea lumsa.it Master e Post Laurea

Ateneo partner o membro di

EUA – European University Association IFCU/FIUC – Fédération Internationale des Université Catholiques
EURAXESS - Researchers in motion eduroam RUniPace – Rete Università per la pace
Privacy