Organizzazione e attività didattiche 2022-2023
Sei in: Home » Servizi » Percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento » PCTO online » a.a. 2022-2023 » Beni culturali e turismo: occasione di sviluppo per le aree marginali

Beni culturali e turismo: occasione di sviluppo per le aree marginali

Parole chiave
Sviluppo, turismo. beni culturali.

Modalità di fruizione
Online.

Area disciplinare
Geografia.

Obiettivi formativi
Il progetto ha l’obiettivo di fornire agli studenti delle ultime classi delle scuole superiori vari spunti di riflessione e di approfondimento su di un tema di grande attualità, quale la tutela e conservazione dei beni culturali da valorizzare per fini turistici. è altresì noto che spesso la conservazione e la tutela del bene culturale non è certo compatibile con l’uso turistico, se quest’ultimo è spinto oltre determinati limiti. Si rende quindi necessario implementare un modello di sviluppo compatibile con la tutela della risorsa, così come proposto da diversi documenti internazionali.

Descrizione del progetto
Il turismo ha sempre rappresentato una voce di grande importanza per l’economica nazionale, purtroppo dopo i fatti pandemici è stato il settore economico che ha sofferto maggiormente. Oggi si discute di un necessario rilancio e ciò in particolare potrebbe interessare anche quelle aree del nostro paese ricche di Beni Culturali, ma ancora poco conosciute ed estranee ai grandi flussi turistici. Ciò quindi potrebbe rappresentare un'importante opportunità per le comunità locali a riscoprire il proprio patrimonio e avviare processi partecipativi per la sua valorizzazione, sempre nell’ottica di una forma di un turismo sostenibile e compatibile con la conservazione della risorsa. 

Accanto alle lezioni teoriche (6 incontri di 3 ore ciascuno), gli studenti  (singoli o riuniti in gruppi di 2-3 componenti) sono invitati a produrre una scheda di valutazione di un Bene Culturale  a propria scelta, comprendente informazioni specifiche, quali l’origine e la sua trasformazione nel corso del tempo, la raccolta di documentazione  bibliografica, fotografica e cartografica, premessa necessaria per la sua valorizzazione turistica; oppure in alternativa, gli studenti potranno impegnarsi per la progettazione di un breve itinerario turistico nell’area di propria residenza. Questa produzione didattica, sarà oggetto della discussione finale.

Numero massimo di studenti destinatari
Il progetto accoglie gruppi di studenti di classi terze, quarte, quinte, tra i 20 e i 30 elementi.

Durata del progetto
Il progetto prevede un impegno complessivo di 24 ore di didattica, di cui 18 ore con lezioni frontali e 6 ore di lavoro in autonomia.

Periodo
A partire da febbraio 2023, in giorni e orari da concordare con l’istituto scolastico interessato.

Programma dettagliato delle attività

  • prima lezione: apertura e introduzione al corso. Concetto di Bene Culturale e sua evoluzione nel tempo (3 ore);
  • seconda lezione: definizione di turismo. Origine ed evoluzione nel tempo (3 ore);
  • terza lezione: le diverse tipologie turistiche. Il turismo culturale (3 ore);
  • quarta lezione: La relazione ambiente e turismo. Il turismo sostenibile (3 ore);
  • quinta lezione: illustrazione di buone pratiche per la valorizzazione turistica dei Beni Culturali (3 ore);
  • sesta lezione: discussione degli elaborati prodotti dagli studenti (3 ore).
     

Nel corso di uno degli incontri è previsto un breve intervento dell’Ufficio Orientamento dell’Università LUMSA per presentare l’Ateneo e la sua offerta didattica.

Referente
Prof. Rosario De Iulio (pcto@lumsa.it).

Altri docenti
Proff. Antonio Ciaschi, Pietro Virgadamo.

  • Non ci sono avvisi

lumsa.it
lumsa.it
Master I Livello

Master I Livello

Master II livello

Master II Livello

Altri Corsi di formazione

Altri Corsi di formazione

lumsa.it Corsi di Laurea lumsa.it Master e Post Laurea

Ateneo partner o membro di

EUA – European University Association IFCU/FIUC – Fédération Internationale des Université Catholiques
EURAXESS - Researchers in motion eduroam RUniPace – Rete Università per la pace
Privacy