image-tutti_green
  • Dipartimenti e Città
  • Biblioteche
  • Sostieni la LUMSA
  • Siti web LUMSA
  • Contatti
  • Mi@Lumsa
image-tutti_green
search
icon open menu
image-hero

Laurea Magistrale

Psicologia sociale, forense e delle organizzazioni - Roma

LM-51

Città

Roma

Dipartimento

Scienze umane (Roma)

Lingua

italy
united-kingdom

Durata

2 anni

Crediti

120

Aree tematiche

Psicologia

Parola chiave

Psicologia del lavoro

Presidente del corso

image

Paula Benevene

Professore ordinario

image-hero

Laurea Magistrale

Psicologia sociale, forense e delle organizzazioni - Roma

LM-51

icon-play

invia a...

share icon

Città

Roma

Dipartimento

Scienze umane (Roma)

Lingua

italy
united-kingdom

Durata

2 anni

Crediti

120

Aree tematiche

Psicologia

Parola chiave

Psicologia del lavoro

Presidente del corso

image

Paula Benevene

Professore ordinario

Psicologia sociale, forense e delle organizzazioni - Roma

share icon

Obiettivi del corso

Il Corso di Laurea Magistrale in Psicologia sociale, forense e delle organizzazioni ha l'obiettivo di formare laureati magistrali con elevate competenze teorico-scientifiche e professionali nell’ambito della psicologia finalizzata alla promozione del benessere e l’intervento nei contesti sociali. Il Corso di Laurea Magistrale in Psicologia sociale e delle organizzazioni mira anche a fornire le competenze specifiche richieste agli psicologi che intendono svolgere attività di ricerca in relazione ai diversi contesti organizzativi. Il Corso inoltre presuppone il possesso di una base articolata e solida di saperi in diversi settori di studio che caratterizzano la Psicologia.

Curricula del corso di laurea:

  • Psicologia del lavoro e del benessere organizzativo
  • Psychology of work and organizational well-being (percorso internazionale)
  • Psicologia criminologica e penitenziaria

Lo psicologo del lavoro potrà svolgere in modo autonomo attività di:

  • selezione, valutazione, assessment, riqualificazione, sviluppo di carriera; studio e costruzione di strumenti per la rilevazione di abilità ed attitudini per le diverse mansioni (come: test, questionari, griglie di rilevazione);
  • analisi, progettazione e realizzazione di intervento sui conflitti sociali sul posto di lavoro; interventi sullo sviluppo della leadership, del lavoro di gruppo, delle soft skills, sulla motivazione del personale e il coinvolgimento organizzativo;
  • analisi organizzativa e progettazione di ambienti organizzativi, di metodi di lavoro e di modalità comunicative efficaci, sia all’interno sia all’esterno dell’azienda;
  • valutazione e intervento sulle strutture organizzative in funzione degli utenti e per il miglioramento della loro efficacia ed efficienza; interventi tesi all’umanizzazione degli ospedali e delle strutture socio-assistenziali;
  • rilevazione e valutazione della qualità dei servizi;
  • analisi dei fabbisogni formativi e progettazione formativa; formazione e aggiornamento del personale; studio, progettazione e valutazione dell’adeguatezza del rapporto uomo-strumenti; progettazione e valutazione di interventi volti a migliorare i comportamenti organizzativi, la sicurezza sul lavoro, progettazione e valutazione dell’impatto delle nuove tecnologie; monitoraggio e valutazione degli interventi formativi;
  • rilevazione del rischio stress lavoro correlato, messa a punto, monitoraggio e valutazione dei relativi interventi di contrasto e riduzione del fenomeno;
  • promozione del benessere e della salute psicosociale sul luogo di lavoro.

I laureati della LM51 afferenti al percorso di Psicologia criminologica e penitenziaria potranno svolgere la propria attività lavorativa sia come libero professionista sia con rapporto di dipendenza in relazione alle seguenti attività: 

  • attività libero professionale in ambito clinico-peritale come Consulente tecnico di ufficio (CTU) del Pubblico Ministero o Perito del Giudice in ambito Civile e Penale e come Consulente tecnico di parte (CTP) degli Avvocati; 
  • Giudice Onorario presso il Tribunale dei Minorenni e presso la Corte di Appello del Tribunale dei Minorenni; 
  • Perito presso il Tribunale dei Minorenni; 
  • Collaboratore nei Centri per la Giustizia Minorile; come CTU o CTP in materia di separazione, divorzio e affidamento di minori, mediazione familiare; come Consulente tecnico in materia di adozione nazionale e internazionale; 
  • Perito nelle cause di nullità matrimoniale presso il Tribunale Ecclesiastico;
  • Perito nella valutazione dei danni di natura psichica, nella valutazione dell’invalidità civile, per la concessione della patente e del porto d’armi, nella valutazione del danno da mobbing; 
  • Esperto presso il Tribunale di Sorveglianza; 
  • Psicologo nell’ambito della medicina penitenziaria con specifici compiti di prevenzione, diagnosi e di implementazione di interventi di riabilitazione in carcere o nelle comunità di recupero, volti al sostegno psicologico e alla riduzione della recidiva delle condotte antisociali;
  • Consulente Tecnico (CT) del pubblico ministero o perito del giudice in sede ordinaria o minorile per la raccolta delle dichiarazioni o della testimonianza delle vittime di reato vulnerabili (artt. 351 co.1 ter, 362 co. 1 bis, 398 co. 5 ter cpp);
  • Psicologo presso servizi informativi/di orientamento per le vittime di reato (Direttiva 29/2012/UE), centri antiviolenza (CAV), strutture per il trattamento dei maltrattanti e altre strutture competenti per l’ascolto e/o la presa in carico di vittime e/o autori di reato;
  • Psicologo presso strutture di accoglienza per migranti, persone minorenni autrici di reato o bambini/adolescenti in situazioni di pregiudizio su disposizione del Tribunale per i Minorenni;
  • Psicologo presso gli “Spazi Neutri” presenti nei servizi territoriali o nel privato sociale per la gestione di incontri protetti volti alla valutazione o al sostegno della genitorialità;
  • Formatore nei contesti della giustizia per il personale dipendente o nei contesti scolastici per la prevenzione del comportamento deviante.

Aspetti innovativi del Corso di Laurea

  • tutte le discipline teoriche saranno integrate da esperienze applicative; infatti, alla luce della necessità di formare una figura professionale capace di generare e gestire l’innovazione nelle organizzazioni, è prevista una forte presenza di laboratori professionalizzanti;
  • contatti con il mondo del lavoro: il team dei docenti proviene sia dal mondo accademico sia dal mondo delle aziende, delle Aziende sanitarie, della consulenza forense e organizzativa.
  • Sono stati inseriti temi e aspetti innovativi quali: lo smart working e i nuovi scenari del lavoro (coworking, agenzie di consulenza e selezione, etc.); il diversity management;
  • la formazione dello psicologo del lavoro e del consulente organizzativo, così come quello dello psicologo forense è prevista a tutto tondo, integrando aspetti legali giuslavoristici accanto a elementi delle scienze sociali;
  • Numerose strutture convenzionale per il tirocinio professionalizzante, tra cui la ASL RM A e la Adecco;
  • Interventi di orientamento al lavoro.

Mobilità Erasmus
Francia, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Polonia, Estonia, Svizzera, Ungheria, Repubblica Ceca.

Prosecuzione degli studi
Accesso diretto dal corso triennale in Scienze e tecniche psicologiche L-24

contenuto_corso_icon

Studenti iscritti

L’offerta formativa erogata per l’anno accademico in corso (Per gli studenti attualmente iscritti al Corso di Laurea)

dad_icon

Futuri studenti

L'offerta formativa per gli immatricolati nel prossimo anno accademico

e-learning_icon

Docenti

Scopri i docenti del Corso di Laurea

Sbocchi professionali

Previo espletamento del tirocinio pratico valutativo (TPV) e l’iscrizione alla sezione A dell’Albo professionale degli Psicologi, i laureati della LM51 i laureati della LM51 interessati al profilo professionale in Psicologia sociale, forense e delle organizzazioni sono in possesso di un percorso formativo che li rende di particolare interesse per l’inserimento presso

Organizzazioni del settore

sia pubblico sia privato, profit e non profit interessate ad assumere esperti o responsabili della gestione delle risorse umane e dei processi organizzativi

Organizzazioni del settore

sia pubblico sia privato, profit e non profit interessate ad assumere esperti o responsabili della gestione delle risorse umane e dei processi organizzativi

Organizzazioni di consulenza

organizzativa, di selezione e formazione del personale, di analisi e progettazione organizzativa; outplacement, sicurezza lavorativa e prevenzione, comunicazione

Organizzazioni di consulenza

organizzativa, di selezione e formazione del personale, di analisi e progettazione organizzativa; outplacement, sicurezza lavorativa e prevenzione, comunicazione

Il mercato della libera professione

sia come consulente, formatore, counsellor, tutor, mentor, coach, selezionatore e valutatore delle risorse umane, sia come analizzatore della qualità dei processi, del clima e della cultura organizzativa, del rischio stress lavoro correlato

Il mercato della libera professione

sia come consulente, formatore, counsellor, tutor, mentor, coach, selezionatore e valutatore delle risorse umane, sia come analizzatore della qualità dei processi, del clima e della cultura organizzativa, del rischio stress lavoro correlato